Descrizione Progetto

PIETRE NATURALI, MARMI E GRANITI
NELLA FEDERAZIONE RUSSA

Studio del mercato russo delle pietre naturali, del marmo e del granito. Studio delle importazioni, delle espostazioni e del ruolo dell’Italia nei settori correlati.

I principali tipi di pietra naturale richiesti dai consumatori russi sono il granito e il marmo.

Il granito è una roccia dura composta di diversi elementi: quarzo, feldspati, miche, plagioclasio. È caratterizzato da una struttura granulare, da grande durezza (è in grado di graffiare il vetro), da una leggera colorazione e da bassa densità (2,54-2,78 gr/cm3). Può essere usato come materiale da costruzione e da rivestimento. Dal granito si realizzano infatti blocchi, lastre, cornici, bordi, componenti per una grande varietà di macchinari e per l’industria cartaria, alimentare, delle macchine utensili, metallurgica e delle ceramiche. Poiché il granito è, a differenza del metallo, resistente ai sali, agli acidi e all’umidità, con esso si realizzato altresì macine e rulli per i mulini. Piastrelle di granito sono un materiale importante per l’edilizia tramite cui si realizzano prodotti e strutture in calcestruzzo, blocchi di granito е per la progettazione decorativa degli edifici. Monumenti, tavoli, scale, pietre per lastricati sono fatti di granito.

Il marmo è una roccia metamorfica abbastanza diffusa, costituita solitamente da un singolo minerale: la calcite. Con il termine “marmo” ci si riferisce dunque ai prodotti della metamorfizzazione di rocce carbonatiche e carbonato-silicate (calcare, marna, dolomie e altre). Tale roccia è caratterizzata da struttura granulosa, da bassa durezza (non lascia graffi sul vetro), da una superficie liscia a sfaldatura perfetta e da una bassa densità (2,7 gr/cm3). Il marmo reagisce e subisce l’azione corrosiva dell’acido cloridrico. Il marmo inoltre è spesso utilizzato per la decorazione di edifici, lobby, per i locali sotterranei della metropolitana, come decorazioni colorate, per la produzione di lastre, vasche da bagno, lavabi e monumenti. Altresì, in marmo vengono realizzati prodotti di oggettistica quali cubi, lampade, soprammobili e molti altri. E questo non è tutto. Fra gli usi meno noti del marmo vi è l’uso nella metallurgia ferrosa, nella costruzione di forni a cielo aperto, nell’industria elettrica e in quella del vetro. È anche usato come materiale da costruzione nella costruzione di strade e persino come fertilizzante in agricoltura, o per particolari trattamenti sulla calce. Tornando sulla questione dell’uso edile e architettonico, è noto a tutti quanto il marmo funga da decorazione per i più bei pannelli verticali, pavimenti e decorazioni varie quali anche mosaici e piastrelle.